Natale, lettera a Mattarella. Baldassarre (Lega): “Assegni la medaglia d’oro alla famiglia italiana”

Politica

In questo periodo di pandemia, ci sono delle categorie che sono state letteralmente dimenticate. La famiglia, come istituzione, è sicuramente quella che ha sofferto di più le conseguenze della crisi, anche se nessuno sembra rendersene conto. Nell’indifferenza generale c’è chi però fa sentire la sua voce in difesa delle famiglie italiane.

E’ il caso dell’europarlamentare della Lega Simona Baldassarre che ha preso carta e penna e indirizzato una lettera al Capo dello Stato Sergio Mattarella. Una lettera accorata nei toni e nei contenuti.

Presidente, ascolti il grido di dolore delle famiglie italiane, colpite dalla pandemia. Gli oltre 69mila mila morti, sono famiglie. I ristoratori, i commercianti, i baristi, gli albergatori, gli artigiani, gli imprenditori, gli operatori dello sport, dello spettacolo, delle palestre e tutte le categorie oggi in difficoltà, sono famiglie. Che hanno perso il lavoro e la speranza”.
Questo l’incipit della lettera che Baldassarre, in occasione del Natale, ha scritto al presidente della Repubblica, “in qualità di italiana, donna, madre, medico e credente”.

“Solleciti la politica – continua la lettera – a fare di più. I provvedimenti del governo non sono sufficienti, non sono stati equi e solidali. Non ci possono essere cittadini di serie A e di serie B, garantiti e non garantiti, anche nel diritto alle cure. Roma è la capitale d’Italia e della Cristianità: in vista del Giubileo 2025, nei progetti del Recovery Fund non c’è nessuna risorsa prevista per Roma”.

La lettera si conclude con una proposta ufficiale: “Presidente, Le chiedo di conferire la medaglia d’oro alla Famiglia Italiana, per quello che rappresenta, i sacrifici che ha fatto, il dolore che ha attraversato, ma anche per la sua capacità di reagire, di essere esempio morale di amore, speranza e riscatto civile. La famiglia italiana è il simbolo della più forte resilienza al Covid19”.

Condividi!

Tagged