/

Sicurezza sul lavoro. Sindacati ed Fs: limitare rischi

3 minuti di lettura

Costruire un progetto straordinario per la sicurezza del lavoro. A lanciare la proposta, in questo caso per i trasporti ferroviari, sono stati i sindacati, che mercoledì prossimo, 10 febbraio incontreranno i vertici di Trenitalia. “Ogni morto sul lavoro è un morto di troppo e lo stesso vale per gli infortuni”, scrivono Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti e Fast-Confsal, “il gruppo Fs ha risposto positivamente alla nostra richiesta e ha dato la sua disponibilità ad avviare una campagna straordinaria per la sicurezza sui luoghi di lavoro che coinvolgerà tutte le lavoratrici e tutti i lavoratori del gruppo”.

Con il gruppo Fs, si entrerà nel merito delle questioni relative alla sicurezza, “che riteniamo di approfondire”, sottolineano i sindacati, “tenendo in considerazione anche ciò che gli ultimi incidenti ferroviari hanno evidenziato in termini di forti criticità presenti”. L’iniziativa ha lo scopo di rafforzare la cultura della sicurezza in tutti i luoghi di lavoro attraverso un aggiornamento del sistema di gestione della sicurezza delle società del gruppo Fs. “L’obiettivo è di adeguare e integrare”, scrivono ancora Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti e Fast-Confsal, “con puntuali momenti di formazione ed informazione, l’attuale sistema di sicurezza del lavoro in ferrovia in modo da coinvolgere tutte le componenti del ciclo produttivo e limitare al massimo i rischi da interferenza, in particolare nel settore appalti ferroviari e dove si incrociano lavoratori appartenenti a società diverse”. Un obiettivo primario saranno i corsi di formazione.

“Abbiamo condiviso”, annunciano i sindacati, “anche la necessità di avviare una campagna straordinaria di sensibilizzazione sul tema generale della sicurezza sul lavoro a partire dalla formazione in aula, che veda coinvolte tutte le società del gruppo Fs con tavoli di analisi nazionale e territoriali degli aspetti procedurali e organizzativi per poter fare opportune segnalazioni alle società per evitare il rischio di incidenti. Un agire virtuoso”, concludono Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti e Fast-Confsal, “che coinvolga in questa campagna straordinaria le Rls, gli Rsu e le strutture territoriali del sindacato in un ruolo attivo e che non possa essere intaccato da pericolose sottovalutazioni del rischio indotte spesso dalla comune pratica di attività ripetitive o indotte dalla fretta di concludere le lavorazioni assegnate in tempi non sempre adeguati agli interventi da eseguire, verificando nel contempo anche i carichi di lavoro nei vari impianti”.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Australian Open, Sinner eliminato all’esordio da Shapovalov

Articolo successivo

Corte dei Conti “Sul Recovery Plan serve ancora un intenso lavoro”

0  0,00