Madame de Ventadour: il buon senso delle donne

3 minuti di lettura
Louis_XIV_of_France
Louis_XIV_of_France

I contemporanei battibecchi televisivi tra virologi, nel triste panorama delle opinioni sulla pandemia, mi hanno riportato alla mente, un episodio molto curioso, poco noto ma molto significativo per i costumi e le usanze mediche del passato.

Riguarda niente di meno Luigi XV che, bambino, ebbe gravi problemi di salute e la sua governante, anch’essa nobile e aristocratica, attentamente scelta da Luigi XIV, che grazie alla sua azione rapida e determinata salvò il piccolo delfino da una morte sicura.

Madame de Ventadour

Fu appunto Madame de Ventadour che riuscì a sottrarre il piccolo erede al trono dalle folli cure dei medici ignoranti che, privi del più elementare buon senso, imperversavano a corte.

Charlotte Eleonore Madeleine de la Motte, duchessa di Ventadour, doveva essere una donna pratica, di buon senso e di grande presenza di spirito. Chissà se conobbe Molière, ed ebbe modo di parlare con lui del suo disperato duello con i medici di corte, ispirando così il commediografo per i suoi testi così feroci e graffianti contro l’ignoranza e la presunzione dei medici dell’epoca.

Salassi, clisteri ed emetici, erano i ‘rimedi’ che usavano principalmente i dottori di allora ma che spesso riuscivano a mandare il povero malcapitato all’altro mondo prima del termine naturale, anche se i clienti appartenevano alla stessa famiglia reale.

Luigi XIII ebbe un’agonia di mesi e pur avendo solo 42 anni morì dopo questi ‘trattamenti’ così in voga e che provocarono al poveretto indicibili sofferenze. La saggia e brillante Governante Reale, sicuramente doveva avere lucido ricordo di tutto questo e con il suo buon senso evidentemente non condivideva queste pratiche mediche. E quando un’epidemia dì morbillo causò la morte di numerosi membri della famiglia reale, allorché i medici di corte stavano per mettere le mani sul piccolo Luigi, lei insieme a delle bambinaie si chiuse a chiave nei suoi appartamenti non permettendo così a quei ciarlatani di curare il bambino. E così riuscì a salvarlo.

Le antiche e sagge cure popolari e femminili riuscirono a salvare il piccolo erede al trono.
Lei stessa, evidentemente, seppe curarsi con intelligenza diventando molto anziana, cosa eccezionale per quei tempi, così folli e precari nella gestione della salute anche dei più potenti.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Calcio: Leicester vince in casa United, City campione

Articolo successivo

Goleada del Napoli al Maradona, 5-1 all’Udinese

0  0,00