Green Pass, tutto quello che c’è da sapere: tempi, modi e funzioni

2 minuti di lettura

Arriva il green pass, ovvero la “certificazione verde Covid-19” che avrà validità di nove mesi dalla data del completamento del ciclo vaccinale. E’ quanto prevede il testo finale del nuovo Decreto  Covid pubblicato in Gazzetta Ufficiale. Il decreto dispone che il green pass sia rilasciato “anche contestualmente alla prima dose di vaccino” e che diventi valido dal quindicesimo giorno successivo alla somministrazione.

La “certificazione verde” sarà necessaria per spostarsi tra le regioni in fascia arancione e rossa, ma anche per visitare gli anziani nelle case di riposo. Dal 15 giugno inoltre diventerà essenziale per partecipare a feste e matrimoni.

Il green pass certificherà: che il soggetto è stato vaccinato; che il risultato di un tampone antigenico rapido o molecolare effettuato al massimo 48 ore prima di un viaggio è negativo; la fine di un’infezione da Covid-19

Ma come funzionerà? Per i vaccinati la certificazione sarà rilasciata, in formato cartaceo o digitale, dalla struttura sanitaria che effettua la vaccinazione. Per quanto riguarda invece i guariti dal Covid sarà sempre rilasciata in formato cartaceo o digitale ma dalla struttura presso la quale è avvenuto il ricovero del paziente affetto da Covid-19, oppure, per i pazienti non ricoverati, dai medici di medicina generale e dai pediatri di libera scelta. Infine il risultato negativo del tampone verrà attestato dalla farmacia o dal laboratorio privato in cui si effettua il test molecolare o antigenico.

Il Digital green certificate, detto anche Dgt, è invece il green pass europeo che entrerà in vigore il prossimo giugno. Ha la stesse caratteristiche della certificazione italiana e in più anche un QR Code associato a un codice identificativo univoco a livello nazionale e leggibile da tutti gli Stati Ue. Servirà a muoversi tra gli Stati senza quarantena.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Anche il settore orafo prepara la ripartenza post-Covid

Articolo successivo

Tokyo2020: Barelli “Ottimista se dico che al 50% niente Olimpiadi”

0  0,00