L’Italia verso la zona bianca: il calendario dei passaggi e le nuove regole

2 minuti di lettura

C’è grande attesa per il nuovo sistema di monitoraggio che entrerà in funzione da domani, venerdì 21 maggio, e che combinerà l’accertamento basato sull’incidenza dei contagi e sui ricoveri ospedalieri con l’indice di trasmissione Rt e il rischio complessivo basato sui 21 parametri.

Questo permetterà di rivedere la classificazione delle zone, con la concereta possibilità che molte di quelle ora in zona gialla possano presto diventare bianche. Attualmente i due sistemi di rilevamento, esaminati separatamente, hanno comunque attestato che la situazione del Covid è in netto e graduale miglioramento e la loro combinazione quindi dovrebbe confermarlo del tutto.

Il 31 maggio, salvo imprevisti, ci sarà il passaggio in zona bianca per Molise, Sardegna, Friuli Venezia Giulia: il 7 giugno toccherà ad Abruzzo, Liguria e Veneto. Questo perché, il parametro necessario per passare in zona bianca, dovrà essere rispettato per tre settimane consecutive. Dovranno attendere invece il 14 giugno Lazio, Lombardia, Umbria ed Emilia Romagna: ma come detto tutto dipenderà dal modo in cui il parametro evolverà nell’arco delle tre settimane. Qualora dovesse retrocedere, è ovvio che non scatterà il passaggio alla zona bianca.

Al momento l’Italia è completamente gialla, visto che anche l’ultima regione in fascia arancione, la Valle d’Aosta, da lunedì sarà a basso rischio. Ovviamente l’obiettivo di tutti sarà di arrivare in zona bianca il prima possibile, perché significherà non avere più restrizioni. Sarà obbligatorio soltanto indossare le mascherine e mantenere il distanziamento. 

Tutto dipenderà dal calo dei contagi assicurato dall’incremento della copertura vaccinale; attualmente i numeri sono incoraggianti e l’ipotesi più probabile con i numeri attuali è che entro giugno quasi tutta l’Italia diventi bianca. Unico timore è rappresentato dalla variante indiana che potrebbe costituire una pericolosa incognita. Ad oggi il suo andamento è tenuto rigorosamente sotto controllo e speriamo non sfugga di mano.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Calcio: Libertadores. Vince in 11 e con mediano in porta, impresa River

Articolo successivo

Deutsche Bank anticipa a 2023 target 200 mld finanziamenti sostenibili

0  0,00