Meloni più popolare di Salvini fra i leader politici. Il sondaggio bomba

5 minuti di lettura

Non c’è soltanto il tallonamento stretto di Fratelli d’Italia nei confronti della Lega, ma anche la popolarità di Giorgia Meloni che supererebbe quella di Matteo Salvini.

A confermarlo due sondaggi: il primo realizzato da Quorum/Youtrend per SkyTg24 riguardante il gradimento del governo Draghi e dei leader politici; il secondo relativo ai partiti effettuato da Swg e reso noto come ogni lunedì dal tg di La7. Secondo le ultime stime diffuse ieri, il Carroccio è ancora il primo partito con il 21,3% ma Fratelli d’Italia si piazza al secondo posto con il 19,5%, ed è praticamente alla pari con il Pd. Non a caso l’ex segretario dem Pierluigi Bersani, oggi Articolo 1, ha commentato: “Se andiamo avanti di questo passo ci ritroveremo la Meloni a Palazzo Chigi e Salvini di nuovo al Viminale”.

Bersani sembra dare per scontato il sorpasso di FdI sulla Lega, ma intanto c’è da registrare che, secondo la rilevazione di SkyTg24, Giorgia Meloni supererebbe Salvini nel gradimento dei leader politici. Addirittura in questo caso i rapporti di forza sembrerebbero capovolgersi con la leader FdI al 21,3 % e il leader leghista al 19%. In testa ci sarebbero l’ex premier Giuseppe Conte con il 34% e l’attuale inquilino di Palazzo Chigi al 32. Conte però sarebbe più apprezzato come ex premier che come leader in pectore dei 5Stelle che nella graduatoria dei partiti sono al quarto posto con il 16,5%.

Le chiavi di lettura a questo punto sono chiaramente due: da una parte c’è una competizione aperta fra Salvini e Meloni per la leadership del centrodestra, dall’altra una doppia strategia che in previsione di elezioni politiche a breve termine potrebbe premiare elettoralmente il centrodestra: ovvero marciare divisi per colpire uniti.

Salvini ha ribadito che a guidare il centrodestra sarà il leader del primo partito della coalizione riconfermando quindi il patto del 2018 che molti in Forza Italia, non ultima Mara Carfagna nei giorni scorsi, hanno messo in discussione sostenendo che quell’accordo non sarebbe più valido avendo il leader leghista rotto l’unità del centrodestra andando al governo con i 5Stelle. Ma appare evidente che gli azzurri hanno tutto da perdere in una competizione a due fra Lega e FdI visto che l’ultimo sondaggio inchioda Fl al 6%.

Tuttavia, se fra i due big del centrodestra la guerra è aperta all’interno dello schieramento, paradossalmente questa guerra anziché indebolire la coalizione sembra costituire oggi il suo principale punto di forza. Perché pur mantenendosi distinti e distanti sull’appoggio al governo Draghi,  Lega-Fratelli d’Italia- Forza Italia e centristi vari, almeno per il momento sembrano decisi a marciare uniti in vista delle amministrative d’autunno (quello che accadrà alle prossime politiche è tutto da vedere). E cosa ancora più incredibile è che senza avere ancora i nomi da schierare in campo nelle grandi città, i sondaggi certificano che comunque il centrodestra andrà al ballottaggio quasi ovunque, grazie soprattutto alle divisioni del campo avversario e all’impossibilità di riproporre a livello locale la maggioranza giallorossa che ha governato il Paese per un anno e mezzo sotto la regia di Conte.

Da qui l’appello di Bersani che sembra tanto un’ultima chiamata, un tentativo estremo di convincere Pd ed M5S a mettere da parte i contrasti e i personalismi e a marciare uniti. Ma per come si stanno mettendo le cose, soprattutto a Roma, appare al momento molto improbabile che un accordo si possa trovare anche al ballottaggio qualora Raggi o Gualtieri dovessero scontrarsi con il centrodestra.

Insomma, a sinistra c’è chi come Bersani che di politica se ne intende, si è reso conto che guardare dall’esterno e magari compiacersi della lotta e dei contrasti nel centrodestra fra Salvini e Meloni è controproducente oltre che dannoso, visto che proprio la competizione fra i due e la duplice strategia di lotta e di governo, potrebbe spalancare le porte di Palazzo Chigi ad uno dei due. Le prossime amministrative saranno un primo banco di prova.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Calcio: Solskjaer nel segno del 26 “Fiero di portare ManUtd in finale”

Articolo successivo

Calcio: Germania. Ufficiale, Flick nuovo ct, contratto fino al 2024

0  0,00