Vaccino misto o vaccino puro? Questo è l’ultimo dilemma

2 minuti di lettura

E come previsto accusano che la variante Delta abbia preso piede grazie a chi non si è vaccinato, contemporaneamente meditano la quarantena per chi arriva dalla Gran Bretagna. Una domanda, ma non si guardava proprio la Gran Bretagna per il grande numero di vaccinati? Coerenza questa sconosciuta?

La vera storia è andata piuttosto così: Astrazeneca sì, Astrazeneca no.
Under 60 sí, under 60 no.
Vaccini a vettore virale sí, vaccini a vettore virale no.

In tutto questo noi, con le nostre paure e i nostri sforzi di capire materie difficilmente comprensibili per i più.
Ne usciranno saldi in pochi.

I veri forti, lo penso da tanto, sono sempre stati i “riformisti”. Gli assolutisti (di ogni categoria di pensiero) prima o poi cadono, se alzi troppo il paletto con le parole significa che sei debole, cedi nei fatti che non avranno nulla a che fare con le dichiarazioni enfatiche (penso ai vaccinisti e ai novax per esempio). I riformisti sono realisti, ponderano, valutano e decidono di volta in volta. Di fronte a tanti mezzi, analizzano il migliore secondo loro. Non puntano pistole, non si sentono perfetti né sono utopici (il sistema perfetto non esisterà mai) e alla fine le pistole gliele puntano tutti addosso perché danno fastidio a tutti svelando l’inconsistenza altrui, le incoerenze, le fragilità e o limiti umani e di pensiero. Ma sono realisti. Una qualità che li scartavetra e li fa scartavetrare da tutti. Un ferro esce forgiato dal fuoco, così é per l’essere umano che voglia crescere anche accettando di sbagliare o accettando gli sbagli altrui.

Intanto sul Corriere della sera l’esperto di turno di medicina rassicura tutti sul dosaggio misto, un po’ Rmna un po’ a vettore virale..

Ma se era così “sicuro e già provato contro altre malattie”, perché non ci hanno pensato prima a fare questo mix prodigioso, invece di comprare tutti questi vaccini? Mumble mumble…
Capiamo che è fastidioso leggere cose che picconano la narrazione mainstream “va tutto bene, tranquilli, tutto a posto”, ma – come dicevano i latini – “per aspera ad veritatem”. Poi fate voi e… buon cocktail.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Fra Draghi e Conte calato un “gelo cinese”

Articolo successivo

Messi non basta: Argentina-Cile 1-1 nel debutto in Copa America

0  0,00