Covid e vaccini fra certezze smentite e contraddizioni

2 minuti di lettura

Fattore Delta un corno.
Immunità di gregge – Fino a poco tempo fa ci dissero che bastava quella, raggiunta una certa percentuale di vaccinati eravamo tutti salvi. In Inghilterra questo non è accaduto e non accadrà neanche da noi.

Green Pass – Serviva per muoversi liberamente (la libera circolazione tra gli Stati era morta indipendentemente dagli stati d’emergenza) e per evitare blocchi e quarantene etc. Ma nonostante il green pass dobbiamo farci il tampone e ora per quelli in arrivo proprio dalla vaccinatissima GB scatta la quarantena.

Astrazeneca – Era il vaccino per tutti, poi per gli ultra 50enni, il più inoculato durante gli Open Day ai ragazzi, e poi di nuovo unicamente per gli over 60. Aveva solo cambiato nome nel frattempo ma un’inezia. Addirittura ormai si può evitare di fare la seconda dose. Basta e avanza il mix e l’alchimia è garantita.

Cocktail di vaccini – Nei bugiardini era specificato che non andavano mischiati, se si iniziava con un dosaggio si sarebbe dovuto continuare con quello. Ora addirittura è altamente protettivo bucarsi ad cazzum.

Virus di laboratorio – Ma stiamo scherzando? La sequenza è palesemente naturale. Ah no, è sbucata una sequenza anomala e sono spuntate le email di Fauci dove si direbbe di tenere per sè le ipotesi che si tratti di virus di laboratorio.

Giovani – Fa benissimo ai giovani, la fertilità è garantita, test dimostrano che gli spermatozoi sono sempre tantissimi nei maschietti sottoposti ad analisi. Peccato che anche quando si vada a fare una fecondazione assistita, la prima cosa che verificano non è tanto la quantità ma la qualità di quegli spermatozoi.
Vostro onore ho finito. Son sfinito.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Ciclismo: Viviani “A Tokyo ci divertiremo, Italia merita una gioia”

Articolo successivo

Calcio: Roma, Wolverhampton chiede 12-15 mln per Rui Patricio

0  0,00