Anticorpi naturali più efficaci dei vaccini: la nuova scoperta

2 minuti di lettura

Aver maturato gli anticorpi naturali contro il coronavirus riduce la possibilità di essere nuovamente infettati molto più delle vaccinazioni.

La scoperta arriva da Israele, primo Paese ad aver azzerato i contagi e riaperto tutto, salvo poi dover fronteggiare la nuova impennata legata alla diffusione della variante Delta. In risposta a questo nuovo attacco virale, gli israeliani hanno deciso di ricorrere ad un terzo richiamo di Pfizer per gli immunodepressi, dopo che lo stesso vaccino, secondo la casa produttrice, sarebbe stato ulteriormente potenziato.

Ma ecco che  “Israel National News” ha pubblicato i risultati di una ricerca secondo la quale sarebbe emerso che, durante l’ondata più recente, sarebbero stati rilevati oltre 7.700 nuovi casi di soggetti infettati dal virus. Di questi, soltanto 72 erano stati precedentemente colpiti dalla malattia e avevano sviluppato anticorpi naturali. Si tratta di meno dell’1%. Circa il 40% del campione analizzato invece sarebbe stato infettato nonostante fosse completamente vaccinato pur non avendo sviluppato la malattia in modo grave.

Riporta Il Messaggero: “Analizzando i dati dei contagi, il ministero della Salute ha scoperto che i pazienti guariti spontaneamente dalla malattia, sviluppando anticorpi naturali, sembrano avere meno probabilità di essere reinfettati rispetto ai pazienti che erano stati vaccinati. Una scoperta che contraddice direttamente la ricerca di esperti americani come il dottor Anthony Fauci, e anche quella degli scienziati di Pfizer e Moderna, che hanno sostenuto che gli anticorpi creati dai loro farmaci sono più potenti di quelli prodotti dall’infezione naturale. Il consiglio degli esperti, comunque, resta quello di vaccinarsi anche dopo essere guariti spontaneamente dal Covid, in modo da ottenere una protezione ancora più elevata”.

Il Ministero della Salute israeliano aveva invece reso noto come l’efficacia del vaccino Pfizer fosse solo del 64% contro la variante Delta obbligando Pfizer e BioNTech a sviluppare un nuovo vaccino progettato per proteggere dalle varianti. Ma le novità (e le smentite) sembrano non finire mai.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Mezza Italia gialla a Ferragosto? La mappa delle Regioni a rischio variante

Articolo successivo

Lavoro, Orlando “Sanzioni alle multinazionali in fuga”

0  0,00