Magrini “70% di vaccinati a settembre, poi un richiamo all’anno”

2 minuti di lettura

ROMA (ITALPRESS) – "Il 30 settembre si chiude la campagna vaccinale di massa. Obiettivo centrato, raggiungeremo oltre il 70% della popolazione. Un grande risultato". Lo dice in un'intervista al Corriere della Sera Nicola Magrini, direttore generale dell'Agenzia italiana del farmaco (Aifa). Secodono Magrini, la convivenza col virus renderà necessario fare il vaccio l'anti-Covid "verosimilmente ogni anno, ma sarà una decisione collegiale da prendere nei prossimi mesi". In ogni caso, "parlare in modo generico di terza dose è un messaggio che confonde. Un richiamo anticipato non sarà per tutti, solo per gli immunodepressi come trapiantati, pazienti oncologici o coloro che fanno specifiche terapie immunosoppressive che è stato dimostrato beneficiano di una terza dose per raggiungere una buona immunità. Le persone che non appartengono a queste categorie possono stare tranquille: le due dosi già ricevute garantiscono una eccellente protezione". Attualmente, sottolinea Magrini, "lo scenario ora è decisamente migliore grazie al vaccino e al green pass, fermo restando che bisognerà continuare a rispettare le regole di igiene e distanziamento. Intanto vedere la campagna vaccinale di massa in qualche modo compiuta è davvero un grande passo avanti. L'importante è continuare a leggere i dati con molta attenzione. Dovremo convivere a lungo con questo virus, per anni. Il fatto però che la crescita dei contagi, se guardiamo i dati della Gran Bretagna o di Israele, non abbia comportato un aumento dei ricoveri ci porta a vedere positivo. Continuiamo a puntare sui vaccini". (ITALPRESS). fil/red 08-Ago-21 08:46

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Bronzo per le Farfalle azzurre, Italia a quota 40 medaglie

Articolo successivo

Casellati “Contro cybercrimini decisiva azione Ue”

0  0,00