Fiorentina a valanga, il Genoa soffre ma vince

2 minuti di lettura

ROMA (ITALPRESS) – Comincia senza sorprese la Coppa Italia delle squadre di Serie A. Quattro club in campo nella prima delle quattro giornate dedicate ai 32esimi di finale e quattro vittorie per Fiorentina, Udinese, Genoa e Spezia. Rocambolesco e sofferto il successo del Genoa, che deve rimontare due gol e poi aspettare gli ultimi minuti per battere 3-2 il Perugia. Per la squadra di Ballardini un avvio da incubo: al 2' gli umbri passano in vantaggio con Carretta e otto minuti dopo trovano addirittura il raddoppio con Lisi. Ma la reazione del Genoa non si fa attendere troppo: al 26' Criscito si procura un calcio di rigore e lo trasforma. L'episodio che cambia il match, però, arriva al 39' quando viene espulso Curado. Due minuti dopo Hernani trova il pareggio, poi nella ripresa il Genoa spinge ma deve attendere il minuto 88 per la rete qualificazione firmata dal giovanissimo Kallon. Vittoria per 3-1 dello Spezia di Thiago Motta contro il Pordenone: Erlic sblocca il match al minuto 39 con un colpo di testa sugli sviluppi di un corner, poi è Nikolaou a raddoppiare poco prima dell'intervallo. Nella ripresa Folorunsho accorcia le distanze su rigore, ma all'83' ci pensa Colley, ancora dal dischetto, a chiudere i giochi. Un altro 3-1 permette all'Udinese di superare l'Ascoli. Alla Dacia Arena Pereyra apre le marcature all'11' del primo tempo, poi a inizio ripresa Molina al 53' e ancora Pereyra al 55' chiudono i giochi. Il gol della bandiera per l'Ascoli, segnato da D'Orazio nei minuti di recupero, non cambia la sostanza. Nell'ultimo match della serata, infine, goleada della Fiorentina contro il Cosenza. Il mattatore è Dusan Vlahovic, autore di una doppietta all'inizio e alla fine del primo tempo; nel mezzo, al 37', la rete di Gonzalez; a chiudere la festa viola il gol del 4-0 segnato da Venuti al 6' della ripresa. (ITALPRESS). pal/red 13-Ago-21 23:25

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Agenzia Usa per il clima “Luglio il mese più caldo mai registrato”

Articolo successivo

Afghanistan, Di Maio “Pronti a evacuare ma non li abbandoniamo”

0  0,00