Bankitalia, nuovo record debito, a giugno 2.696,2 mld

1 minuto di lettura

ROMA (ITALPRESS) – Lo scorso giugno il debito delle Amministrazioni pubbliche, secondo quanto riferisce Bankitalia, è aumentato di circa 9,2 miliardi rispetto al mese precedente, risultando pari a 2.696,2 miliardi. Il fabbisogno (15,0 miliardi) e l'effetto di scarti e premi all'emissione e al rimborso, della rivalutazione dei titoli indicizzati all'inflazione e della variazione dei tassi di cambio (che hanno complessivamente aumentato il debito per 0,9 miliardi) hanno più che compensato la riduzione delle disponibilità liquide del Tesoro (6,8 miliardi, a 84,4). Con riferimento alla ripartizione per sottosettori, il debito delle Amministrazioni centrali è aumentato di 9,3 miliardi, mentre quello delle Amministrazioni locali è diminuito di quasi 0,2 miliardi; il debito degli Enti di previdenza è rimasto sostanzialmente invariato. La quota del debito detenuta dalla Banca d'Italia è stata pari al 23,0 per cento (22,7 nel mese precedente); la vita media residua del debito è rimasta stabile a 7,5 anni. A giugno le entrate tributarie contabilizzate nel bilancio dello Stato sono state pari a 32,6 miliardi, in aumento del 24,6 per cento (6,4 miliardi) rispetto allo stesso mese del 2020. Questo andamento rifletterebbe anche lo slittamento di alcuni versamenti fiscali disposto con i decreti emergenziali approvati lo scorso anno. Nel primo semestre del 2021 le entrate tributarie sono state pari a 194,8 miliardi, in aumento del 14,7 per cento (24,9 miliardi) rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. (ITALPRESS). mgg/com 16-Ago-21 10:49

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Calciomercato: Mbappé vuole andare subito al Real Madrid

Articolo successivo

Ferragosto, Fiaso”Orgogliosi di management e operatori sanita’ al lavoro”

0  0,00