No alla guerra fra poveri, vogliamoci bene

1 minuto di lettura

Certo che questo tema dei vaccini sta tirando fuori il peggio dalle persone.
Il naz*smo è una parte totalitaria, ideologica e disumana che è dentro di noi. Prende forme diverse, ma torna sempre. L’odio, il disprezzo, il concetto di untore (gli ebrei da distruggere oggi sono I novax), il concetto di razze inferiori (gente superiore Vs gente inferiore-novax)…

Sono proprio contenta di rimanere una mente libera e un cuore aperto comunque. Le persone non le valuto sulla base di certe cose, ma come approcciano ai temi sí, lo vedo. Se è da squadristi, con me c’entrano poco . E la natura violenta non mi appartiene proprio; quella decisa forse, quella creativa, intuitiva, ma non violenta.

Sono troppo anarchica in qualche modo e amo la libertà di tutti per augurare di perdere il lavoro a qualcuno, per rallegrarmi di stati di salute gravi, per usare morti o contagi come strumenti per punire qualcuno e avere da lui/lei l’ammenda, magari anche cara e pubblica per infierire meglio. Secondo me la guerra tra poveri è l’ultima cosa che dobbiamo fare. Vogliamoci bene. Il male non si combatte con il male.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Locatelli “Analisi rigorose, ora la campagna vaccinale acceleri”

Articolo successivo

Amatrice, Cavallari (FI): serve slancio su ricostruzione, no a logiche di parte

0  0,00