Banca d’Italia, a luglio prestiti in crescita settore privato e famiglie

2 minuti di lettura

ROMA (ITALPRESS) – In luglio i prestiti al settore privato, corretti per tener conto delle cartolarizzazioni e degli altri crediti ceduti e cancellati dai bilancibancari, sono cresciuti del 2,1 per cento sui dodici mesi (3,4 nel mese precedente). I prestiti alle famiglie sono aumentati del 3,8 per cento sui dodici mesi (come nel mese precedente) mentre quelli alle società non finanziarie sono aumentati dell'1,7 per cento (3,8 nel mese precedente). Lo rende noto la Banca d'Italia. I depositi del settore privato sono cresciuti del 9,3 per cento sui dodici mesi (contro il 9,6 in giugno); la raccolta obbligazionaria è diminuita del 5,2 per cento sullo stesso periodo dell'anno precedente (-6,2 in giugno). Le sofferenze sono diminuite del 17,1 per cento sui dodici mesi (in giugno la riduzione era stata del 21,3 per cento); la variazione può risentire dell'effetto di operazioni di cartolarizzazione. Per quanto riguarda, invece,di interesse sui prestiti erogati nel mese alle famiglie per l'acquisto di abitazioni comprensivi delle spese accessorie (Tasso Annuale Effettivo Globale, TAEG) si sono collocati all'1,75 per cento (1,77 in giugno), mentre quelli sulle nuove erogazioni di credito al consumo al 7,94 per cento (8,11 nel mese precedente). I tassi di interesse sui nuovi prestiti alle società non finanziarie sono stati pari all'1,05 per cento (1,17 in giugno), quelli per importi fino a 1 milione di euro sono stati pari all'1,83 per cento, mentre i tassi sui nuovi prestiti di importo superiore a tale soglia si sono collocati allo 0,69 per cento. I tassi passivi sul complesso dei depositi in essere sono stati pari allo 0,31 per cento (0.32 nel mese precedente, ndr). (ITALPRESS). tvi/com 09-Set-21 11:30

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Calcio: Kokorin “Non vedo l’ora di giocare, Fiorentina punta all’europa”

Articolo successivo

Avviato il percorso di carbon neutrality del Salone del Mobile.Milano

0  0,00