Vaccino, Rezza “Terza dose prima per chi tende a rispondere meno”

1 minuto di lettura

ROMA (ITALPRESS) – "L'Aifa ha dato un parere favorevole alla dose aggiuntiva in persone trapiantate o immunocompromesse perché sono quelle che in genere tendono a rispondere meno al vaccino. Queste saranno le prime persone a essere vaccinate con una dose aggiuntiva". Lo ha detto il direttore generale Prevenzione del ministero della Salute, Gianni Rezza, nel corso della conferenza stampa sull'analisi dei dati del monitoraggio regionale della Cabina di Regia sul Covid-19. Per Rezza "è chiaro che in base alla situazione epidemiologica e alle evidenze che si andranno ad accumulare, è probabile che altre categorie, per le quali c'è stata una sorta di via libera alla rivaccinazione, possano essere vaccinate. Aifa ha fatto cenno ad esempio a ultraottantenni e operatori sanitari. Quello che dovremo cominciare a settembre – ha spiegato – è il completamento del ciclo vaccinale in trapiantati e immunodepressi". Per Rezza "ci troviamo di fronte a una situazione epidemiologica che in questo momento ci solleva, se non fosse per alcuni segnali che arrivano dal resto d'Europa. Per ora stiamo contenendo l'epidemia in questa fase", la situazione "va monitorizzata e seguita con attenzione e con cauto ottimismo". (ITALPRESS). ym/ads/red 10-Set-21 19:16

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Bottas conquista la pole della Sprint Qualifying a Monza

Articolo successivo

Il Pnrr occasione per riformare il Sistema sanitario

0  0,00