Le reazioni più sibilline all’affossamento del Ddl Zan

2 minuti di lettura

Il ddl Zan è stato affossato. Il segretario del Partito Democratico, Enrico Letta, non ha voluto dialogare con le forze del centrodestra sul merito del disegno di legge ma il brutto tiro glielo avrebbero tirato proprio dall’area cattodem. Un’implosione insomma. Eppure Lega e Forza Italia erano aperti a discutere per contrastare l’omofobia. Chi e come si sta difendendo dall’accusa di essere un franco tiratore?

Le reazioni sono state diverse. E alcune tracciano dei sospetti.

Il primo tweet sibillino è quello di Gennaro Migliore

E al netto dei sospetti che riguardano Italia Viva, qualche franco tiratore pare risiedere tra le fila del MoVimento 5 Stelle. Sono sedici, del resto, i voti che mancherebbero ai giallorossi rispetto ai conti che erano circolati.

Ma così si sta difendendo dalle accuse l’ex premier Giuseppe Conte:

Intanto Elio Vito ha scritto la sua lettera di dimissioni a Silvio Berlusconi, da responsabile del Dipartimento Difesa e sicurezza di Forza Italia, dopo che è stato annunciato al Senato il loro voto favorevole al non passaggio agli articoli del #DDLZan.

Ma come sta reagendo il popolo italiano? Alla gente senza lavoro che fatica ad arrivare a fine mese a causa del Covid e con il caro bollette alle porte del politically correct non pare interessare più un granchè. Tra i vip invece è tutta una delusione

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Tennis: Torneo Vienna. Sonego e Sinner al secondo turno

Articolo successivo

Art4ART, nuovo Day hospital di Radioterapia oncologica del Gemelli

0  0,00