Draghi. Dietro il no-comment sul Quirinale la verità sui vaccini. Altro che no-vax

4 minuti di lettura
1

Mario Draghi continua a ritenere i no-vax la causa morale dei mali del mondo. E allora perché è stato deciso di non pubblicare più l’elenco quotidiano, televisivo, che dimostra chiaramente la verità? E cioè, che l’aumento esponenziale di positivi riguarda anche i vaccinati e l’effetto limitatissimo dei vaccini? Come al solito, si crea, si demonizza e si massacra un capro espiatorio obbligato, per coprire le proprie inadempienze e contraddizioni.

E ancora: Enrico Mentana si indigna per l’accanimento ideologico circa la morte, per impazzimento del sistema immunitario, dell’ultra-vaccinato, presidente del parlamento europeo David Sassoli. Domanda: e se fosse stato un non-vaccinato? Avremmo visto pagine e pagine di tutti i giornali, e di tutti servizi televisivi, dichiarazioni politiche annesse, collegare la sua morte con la mancanza “folle” di vaccino. Ma qui si sospetta una narrazione opposta. E allora cosa si fa? Anziché approfondire, si colpisce “l’odio no vax”.

E l’odio “sì vax”? Ribadito pure di fatto dal premier ieri? Una cosa è ormai certa: la campagna vaccinale vacilla (dati i positivi che crescono)? Non si ammettono le cure domiciliari, e allora, come da mesi, il tema è chi non si vaccina: “Non sono degni di partecipare alla vita sociale, si procurano e danno la morte agli altri”. Troppo facile e troppo mediocre.

Di questo odio non parla nessuno? Non devono vivere, lavorare, andare in giro, al ristorante, partecipare alla vita pubblica, devono pagarsi le spese se si ammalano. E altre cose da dittatura.
E poi ci si lamenta se qualche leone da tastiera collega la morte di Sassoli all’efficacia parziale della campagna vaccinale?

E che dire del professor Galli? Che insiste nel parlare di terza dose e poi si scopre che si è salvato la vita grazie a terapie complementari come i monoclonali? Terapia, ovviamente esclusa e interdetta agli sfigati della terra, ma che ha già salvato parecchi potenti.

E che dire del tennista Djokovic, condannato dal tribunale del pensiero unico etico-sanitario, ultima declinazione del comunismo? Qualcuno ritiene realmente che l’argomento sia tecnico e non ideologico? Il campione serbo non piace al mainstream, in quanto politicamente scorretto, bello, ricco, vincente, “fascistoide”, “no-vax”, autentica bomba atomica per i rosiconi, i perdenti della terra (la lotta di classe si basa sull’invidia sociale e antropologica).
E ancora si crede che le parole non abbiano un effetto? Una conseguenza forte nella ormai di fatto dichiarata guerra civile tra italiani? Dopo la lunga stagione “antifascisti-fascisti”, “anticomunisti-comunisti”, ora siamo a “sì vax contro no vax”.
Con una regia ben precisa: la casta culturale, giornalistica, politica, economica, attualmente al potere.

Siamo in democrazia? Per carità: perché Draghi non ha voluto rispondere sul Quirinale? Impedendo quell’esercizio democratico che connota le vere democrazie?
Perché, data l’obbligatorietà della vaccinazione per gli over 50, nessun regolamento, nessun decreto, ci dice se il consenso informato sparirà oppure no?
Perché nessuno dice se le cosiddette reazioni avverse da vaccino ora rientreranno automaticamente nei risarcimenti?
Perché Speranza, su cui gravano tantissimi ricorsi per procurata pandemia (visto che ha illuso i vaccinati che col green pass potevano andare in giro, e invece si sono contagiati ugualmente), ha interpretato in malafede grafici dell’Iss, palesemente errati, come argutamente ha scritto il direttore del Tempo, Franco Bechis, confondendo la platea dei vaccinati da meno di 4 mesi, con quella da più di 4 mesi?
Ecco forse perché, Draghi ha preferito glissare sul Quirinale. Meglio una suggestione, una fuga che la realtà.

1 Comment

  1. Esiste la cura anche per gli ammalati più gravi anche in rianimazione e intubati ed è l’ossigeno-ozono terapia: SIOOT antivirale conosciuto ormai da 100 anni, primo lavoro scientifico sul COVID-19 pubblicato in agosto del 2021, presentato ufficialmente alle autorità anche con un’audizione alla Camera dei Deputati ma sempre tutto sottaciuto (perché?). Ogni informazione sul sito http://www.ossigenoozono.it

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Tennis: Paolini eliminata al secondo turno ad Adelaide

Articolo successivo

Consumi, +5,1% nel 2021 ma preoccupa il turismo

0  0,00