I viaggi del ministro, per Guerini viene prima la Serbia?

1 minuto di lettura

Cosa ci fa il ministro della Difesa Lorenzo Guerini a spasso per l’Europa? Come sono stati programmati i suoi spostamenti? E soprattutto con quali scopi?

Guerini l’ha spiegato al termine del summit tenutosi presso la sede del Consiglio Europeo: «Stiamo rafforzando la capacità di difesa comune in un momento storico che lo richiede», e i paesi dell’Est Europa potrebbero rappresentare un «traguardo importante».

Il ministro, nello stesso giorno (il 29 marzo), come noto, ha visitato più Paesi, dalla Serbia, incontrandosi col presidente Vučić, fino alla Romania (presso una base militare). Sulla carta l’Italia intende svolgere un ruolo attivo e consolidare la propria posizione internazionale, vista la guerra in Ucraina. Ma cosa si nasconde realmente dietro questi appuntamenti? E perché prima la Serbia?

Con questo paese, ricordiamo, abbiamo buoni rapporti, nonostante il presidente sia filo-Putin. C’è, per chi non lo sapesse, ancora in piedi la questione del Kosovo.

L’Italia, con la missione Kosovo Force, contribuisce da decenni a fare da garante e cuscinetto tra i due paesi. E già per dieci volte ha guidato la missione.

Ma c’è stato e c’è un secondo fine più pratico, come da tradizione italiana?

Guerini ha ricordato che questo autunno l’Italia riassumerà il comando della missione e forse la scelta della Serbia risponde proprio all’esigenza di non inimicarsela in vista di un probabile peggioramento geopolitico a seguito delle diverse posizioni sulle sanzioni comminate alla Russia. In fondo, la guerra in Ucraina, se non adeguatamente risolta, potrebbe estendersi proprio nella penisola balcanica coinvolgendo a livello militare direttamente l’esercito italiano di stanza in Kosovo.

Quindi i viaggi di Guerini hanno pensato al futuro. Domanda: si sarà conquistato la benevolenza dei serbi? Lo vedremo molto presto.

di MARK PAOLO CUDAL

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Sipsmith London Dry Gin: l’alambicco Prudence e l’ascesa del gin-rinascimento

Articolo successivo

Fiato sospeso per Mariupol, cresce la paura delle armi chimiche

0  0,00