Festa della Repubblica. Il ponte fa decollare il turismo. Nove milioni in vacanza

1 minuto di lettura

Nove milioni gli italiani in vacanza che potrebbero diventare oltre tredici con gli incerti. È la valutazione dell’Osservatorio Confcommercio-Swg che anticipa il primo assaggio di vacanze estive. Tra le previsioni anche la spesa dei vacanzieri: una media procapite di 460 euro. Per la ristorazione una previsione di spesa da 860 milioni a 1,3 miliardi di euro.

Il ponte

Saranno almeno 9 milioni gli italiani in viaggio per la festa della Repubblica del 2 giugno, il primo “ponte” di primavera. Secondo i dati dell’Osservatorio Confcommercio-Swg, c’è margine di ulteriore miglioramento dato che altri 4,3 milioni non escludono di prendere qualche giorno di ferie. Se si ripeterà il “Copione” di Pasqua quando, negli ultimi giorni, quasi tutti gli incerti avevano optato per la partenza, avremmo più di 13 milioni di viaggiatori: un risultato positivo e in linea con la propensione che di registra a superare le molte incertezze del momento, tornando in vacanza. Con una durata media di 3 giorni, i viaggi saranno in Italia nel 95% dei casi, per la metà al di fuori della propria regione, spendendo quasi 460 euro a testa per cene, pranzi e aperitivi durante la vacanza.

Solo tre su dieci in strutture

Un’indagine Fipe calcola una previsione di spesa totale che va da 860 milioni di euro a 1,3 miliardi di euro, confermando la ristorazione come componente importante dell’offerta turistica. Si torna quindi a fare vacanze vere e proprie, scegliendo prevalentemente una struttura turistico ricettiva e, solo in 3 casi su 10, una seconda casa o ospiti di parenti o amici.

Tutti al mare

Le mete preferite sono il mare, nel 37% delle intenzioni di viaggio, seguito però da città, borghi e luoghi d’arte, indicati dagli intervistati tra il 13% e il 14%, con i giovani fino a 35 anni che preferiscono una grande città e la fascia 55-74 che invece opta maggiormente per borghi e contesti più a dimensione d’uomo.

Vicini alle proprie regioni

Secondo un’indagine Federalberghi, realizzata con il supporto di ACS Marketing Solutions, saranno circa 13 milioni gli italiani in viaggio per il ponte del 2 giugno, la maggioranza dei quali (87,4%) sceglierà di restare in Italia. Mare, montagna, parchi, città d’arte e bellezze naturali le destinazioni prescelte, il più vicino possibile alla propria regione di appartenenza. Per coloro che invece andranno all’estero (12,6%) in pole position sono le grandi capitali europee ma anche il viaggio in crociera. In testa alla classifica, appare in evidenza uno straordinario e sano bisogno di relax, distrazione e divertimento, ovvero l’esigenza di godersi una vacanza in totale spensieratezza.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Marcelo lascia il Real Madrid dopo 15 anni e mezzo

Articolo successivo

Garcia vince il Gp d’Italia in Moto3, penalizzato Guevara

0  0,00