/

ArenAniene 2022 – Estate in Arena: ospite domenica il regista Simone Godano

1 minuto di lettura
ArenAniene 2022, nella sua nuova formula Estate in Arena, sta consumando le ultime giornate presso il Parco del Ponte Nomentano (altezza via Nomentana 416), pronta settimana prossima a passare al Parco della Cecchina con una programmazione in buona parte gratuita: nei giorni del 3 e 4 settembre vedremo avvicendarsi sullo schermo di questa rassegna dedicata alla migliore e meglio premiata produzione cinematografica degli ultimi anni nuovamente
Freaks Out  di Gabriele Mainetti il 3 settembre; e domenica 4 settembre Marilyn ha gli occhi neri di  Simone Godano  che sarà presenta in sala ad incontrare il proprio pubblico. Fra gli eventi collaterali, che hanno firmato la vitalità di questo spazio riscoperto nel centro di Montesacro, sabato 3 settembre alle ore 19.00 con la performance poetico musicale di D’Agostini Poetry Project.

La serata di sabato 3 settembre si aprirà alle ore 19.00 con la performance poetico musicale di D’Agostini Poetry Project e si concluderà alle 21.15 con la proiezione del film Freaks Out di Gabriele Mainetti (2021/141’), vincitore del David di Donatello 2022 come miglior produzione. E’ la storia di quattro amici – Matilde (Aurora Giovinazzo), Cencio (Pietro Castellitto), Fulvio (Claudio Santamaria) e Mario (Giancarlo Martini) – così legati tra loro da essere quasi come fratelli. Siamo nel 1943, a Roma, proprio nel bel mezzo della Seconda guerra mondiale e nell’anno in cui la Capitale è scenario di bombardamenti tra nazisti e Alleati.
I quattro lavorano in un circo, gestito da Israel (Giorgio Tirabassi), che per loro- più che un capo – è una sorta di figura paterna. Quando quest’ultimo cerca di trovare una via di fuga che li porti lontano dal conflitto, scompare misteriosamente, lasciando i quattro soli e senza alcuna prospettiva. Matilde, Cencio, Fulvio e Mario si ritrovano improvvisamente senza quello che avevano prima, un circo che era sinonimo di famiglia e sicurezza. Senza Israel, senza il tendone sono soltanto dei fenomeni da baraccone privi di uno scopo nella vita, bloccati nella Città eterna, che inizia a crollare sotto i duri colpi bellici.

L’ultima serata della rassegna, domenica 4 settembre, si aprirà alle ore 21.00 con l’incontro con Simone Godano, regista del film che sarà proiettato alle 21.15 Marilyn ha gli occhi neri (2021/112), vincitore del premio del pubblico al Festival di Villerupt 2021: racconta la storia di Clara (Miriam Leone) e Diego (Stefano Accorsi). I due si incontrano in un Centro Diurno che si occupa della riabilitazione di persone con diversi disturbi comportamentali. Entrambi vengono incaricati di gestire un ristorante senza, però, creare conflitti con il gruppo con cui collaborano. Nonostante Clara e Diego non abbiano nessuna capacità nella conduzione di un’impresa, i due scopriranno che collaborando possono raggiungere degli ottimi risultati e forse anche innamorarsi l’uno dell’altra.

 

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Calcio: Fiorentina. Italiano “Archiviare delusione e amarezza Udine”

Articolo successivo

Conte “Noi unici a proporre il salario minimo”

0  0,00