Napoli: “Coi miei occhi”, mostra dei lavori degli ospiti del Caffè Alzheimer

Al via la raccolta fondi per finanziare il laboratorio d’arte del centro

2 minuti di lettura
mostra

Si chiama “Coi miei occhi” la mostra d’arte allestita a Napoli, in occasione del mese per la consapevolezza sull’Alzheimer e la demenza da Tam – Tieni a Mente, associazione di volontariato e cooperativa sociale. La mostra prevede l’esposizione di ottanta opere realizzate degli ospiti del centro diurno per la demenza Caffè Alzheimer di San Giorgio a Cremano. La mostra si terrà dal 20 al 30 settembre al Centro Asterix, in Via Domenico Atripaldi, a Napoli.

“Coi miei occhi” nasce dal desiderio di raccontare un percorso intrapreso insieme agli utenti del Caffè Alzheimer. Qui, le persone con demenza prendono parte a diverse terapie psicosociali. Il laboratorio d’arte è soltanto una delle proposte riabilitative e espressive all’interno del centro. Attraverso un approccio psicosociale, il team progetta percorsi terapeutici per promuovere il benessere fisico, emotivo e sociale degli ospiti.

L’arte come mezzo espressivo mette in moto corpo e mente. Nel gruppo, l’esperienza artistica permette ad ognuno di esprimersi a modo suo, di riconoscersi negli altri e socializzare. Non c’è giudizio, si supera insieme la paura di non essere bravi a disegnare. Infatti, più del risultato viene messo in risalto il processo del creare, al di là dell’opera finale.

A settembre, mese dedicato alla Consapevolezza sull’Alzheimer e la demenza, gli utenti del Caffè Alzheimer mettono, dunque, in mostra a Napoli le loro opere d’arte e realizzate nel nell’anno 2021-2022.

Il 27 settembre, invece, alle 18:00 al Centro Asterix, in via Atripaldi 52 NA, ci sarà un evento di confronto con gli specialisti di TAM sul tema dell’inclusione sociale e lavorativa delle persone con disabilità. Verrà presentata la mostra, con l’obiettivo di sensibilizzare la cittadinanza sulla demenza e mettere in evidenza attraverso le opere artistiche quelle che sono le difficoltà, i sentimenti e i bisogni di chi la vive e dei loro familiari.

Contestualmente ci sarà l’inaugurazione del bar Cos ‘è pazz, all’interno del centro, gestito da giovani con disabilità psichica in un’ottica di inclusione. I nostri ragazzi, supportati da operatori qualificati, svolgono un programma di avviamento al lavoro per acquisire maggiore autonomia, in modo da sentirsi parte attiva del festival e della comunità.

La mostra è visitabile liberamente e gratuitamente tutti i giorni senza prenotazione dal lunedì al venerdì dalle 10:00 alle 18:00. Si possono inoltre organizzare delle visite guidate in gruppo previo appuntamento chiamando al 342 844 0749 o mandando una mail a info@tieniamente.it

In occasione della mostra, Tam lancia anche un progetto di raccolta fondi che ha l’obiettivo di finanziare il laboratorio d’arte all’interno del centro diurno Caffè Alzheimer.

«Con un piccolo gesto – spiegano i volontari di Tam – si può sostenere e replicare il laboratorio d’arte durante il prossimo anno. Il nostro sogno è migliorare sempre di più l’atelier artistico in cui avvengono le attività ogni giorno con i nostri utenti. In cambio si potrà portare a casa un disegno, una tela o un segnalibro, tutti fatti a mano dalle persone con demenza, ospitate al Centro. Tutte le opere sono uniche e speciali».

La campagna di raccolta fondi è attiva dal 20 settembre sulla piattaforma produzionidalbasso.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Volley:Mondiali donne.Danesi “Rotto ghiaccio,trovare ritmo gradualmente”

Articolo successivo

Contro gli eventi estremi, arrivano supercomputer e intelligenza artificiale per migliorare le previsioni meteo

0  0,00