//

Trump colpevole. Quali conseguenze sulle elezioni USA?

2 minuti di lettura

Per la prima volta nella storia un ex presidente degli Stati Uniti è stato giudicato colpevole dinanzi ad un tribunale penale. 

Donald J. Trump, infatti, è stato condannato per tutti e 34 i capi d’accusa, che spaziano dall’utilizzo di fondi elettorali per pagare il silenzio di una donna, alla falsificazione di documenti. 

Se da un lato questo genere di reati non prevede sanzioni particolarmente gravi, vista anche l’assenza di precedenti, l’età e l’assenza di violenza nei crimini a lui imputati, dall’altro pesano i continui attacchi che l’ex Presidente avrebbe rivolto al giudice, ai procuratori e alla stessa giuria. 

Tra essi spicca il nome di Juan Merchan, il magistrato che formalmente apporrà la sua firma sulla sentenza di Trump.  

Nei suoi riguardi, l’ex inquilino della Casa Bianca avrebbe detto: “sembra un angelo ma è davvero un diavolo“, definendo l’intero processo come “iniquo” e “orchestrato da Joe Biden”. 

Da tempo Donald Trump aspira ad apparire come la vittima di un complotto a suo danno, iniziato con l’usurpazione della presidenza che sosteneva di aver vinto nel 2020, fino ad apparire come vero e proprio “prigioniero politico”, come si è recentemente definito.

Il presidente Biden avrebbe commentato la condanna affermando: “nessuno è al di sopra della legge”. 

 Il Capo dello Stato in carica avrebbe poi aggiunto che “È spericolato, è pericoloso, è irresponsabile che qualcuno dica che questo (processo) sia stato truccato solo perché non gli piace il verdetto” sottolineando come la giuria che si è espressa all’unanimità a favore del verdetto di colpevolezza “è stata scelta nello stesso modo con cui viene scelta qualsiasi altra giuria negli Stati Uniti, specificando come si sia trattato di “un processo del quale ha fatto parte anche l’avvocato di Donald Trump”. 

Quali effetti potrebbe avere questo verdetto sulle elezioni di questo novembre? 

Nonostante la legge americana non impedisca in alcun modo ad un pregiudicato di candidarsi alle presidenziali, è innegabile che vi possano essere alcuni elementi problematici rispetto alle precedenti elezioni: 

  1. Nel caso in cui Donald Trump venisse condannato agli arresti domiciliari (pena più probabile rispetto al carcere, essendo che un ex presidente avrebbe diritto in ogni caso alla protezione dei servizi segreti e questo rappresenterebbe un ostacolo non da poco all’interno di una struttura detentiva), questo impedirebbe al candidato di recarsi di persona ai comizi elettorali. Trump avrebbe già dichiarato che in tal caso svolgerebbe i comizi a distanza.
  2. La pronuncia ufficiale del Giudice Merchan è prevista per l’11 luglio, data di poco precedente alla Convention Repubblicana nella quale si deciderà il candidato ufficiale del Partito. 
  3. Seppur eletto, il Neopresidente non potrà concedersi la grazia per i reati a lui imputati, questo perché il potere di grazia nei suoi confronti potrebbe essere esercitato solo per reati di tipo federale, e non statale come nel caso di Trump. 

Previsioni sulle elezioni:

Un sondaggio promosso da ABC News svolto nei giorni precedenti alla sentenza, ha registrato risposte piuttosto diversificate su come un possibile verdetto di colpevolezza avrebbe potuto incidere sull’elettorato repubblicano: 

  • L’80% degli elettori ha dichiarato che avrebbe confermato il proprio voto per Trump. 

 

  • Il 16% ha affermato che avrebbe potuto riconsiderare il proprio sostegno a Trump. 

 

  • Solo il 4% ha dichiarato che in caso di condanna avrebbe ritirato il proprio consenso. 

 

L’emittente avrebbe specificato che non necessariamente il voto di insieme del 20% degli elettori si tradurrà in voti a favore di Biden, poiché “questa condanna renderà alcuni sostenitori di Trump schizzinosi all’idea di votare per lui, smetteranno quindi di identificarsi come sostenitori di Trump per un po’, ma la maggior parte di loro non si spingerà fino a votare per Biden”. 

Non sembra quindi che la condanna nei confronti di Trump assicuri una vittoria certa di Biden, che per rilanciare la propria influenza politica ha promosso nelle scorse ore un Piano di Pace per Gaza. 

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Calcio: Inter. Acerbi operato per pubalgia, intervento riuscito

Articolo successivo

Futuramente – I talent raccontano il futuro

0  0,00