Scritta “Salvini terrorista razzista” a Bologna. Matteo: “Irresponsabile il Pd”

Politica

Condividi!

“Salvini terrorista razzista”: la scritta infamante è stata scritta nella notte su diversi muri in zona universitaria a Bologna. Gli slogan sono stati vergati con uno spray nero e rosso, a pochi giorni dal raid xenofobo compiuto a Macerata da Luca Traini, esponente del Carroccio. Oltre a Salvini attaccata anche Lucia Borgonzoni, già candidata a sindaco per la Lega Nord bolognese.

Intanto il Collettivo universitario autonomo Cua di Bologna si sta organizzando in vista della manifestazione prevista sabato prossimo a Macerata. “Da Bologna ci muoveremo in bus per raggiungere e partecipare al corteo nazionale antifascista e antirazzista a Macerata, per dare una risposta immediata al terrorismo leghista. La partenza del corteo a Macerata è prevista per le 14,30” hanno scritto sulla pagina Facebook del collettivo.

Ma il segretario della Lega e candidato premier Matteo Salvini non sta fermo a prendere insulti. Attacca subito il Pd riferendosi alla riforma penitenziaria che il consiglio dei ministri sta per varare dopo il parere favorevole dato ieri dalle commissioni giustizia al decreto legislativo: “Non rispondo agli insulti di Orlando: lui e il suo governo farebbero meglio a lavorare. Invece, dopo il via libera della maggioranza di ieri in Parlamento, si preparano ad approvare l’ennesimo salva ladri. Dopo gli indulti mascherati e gli svuota carceri Orlando e Renzi stanno per rimettere in libertà criminali seriali e delinquenti condannati fino a quattro anni, aumentando così la rabbia e il disagio sociale. E forse si apriranno le porte del carcere anche per il nigeriano coinvolto nella morte della povera Pamela. Mi auguro che il governo ci ripensi e non dia il via libera a quest’ennesimo scempio”

 

Tagged
Marta Moriconi
Coordinatore di Redazione

Lascia un commento