Salvini pro Tajani, Centinaio (Lega): “Nessun assist. Batteremo FI”

Interviste

Salvini “apre” a Tajani e c’è chi vede in questo un’ulteriore prova dell’antieuropeismo ormai smacchiato del Carroccio. Non la pensa così il capogruppo della Lega al Senato Gian Marco Centinaio intervistato da Lo Speciale. «La Ue brutta è Juncker, Tajani è un’altra cosa» ha dichiarato Salvini che per settimane aveva invece bocciato l’ipotesi dell’attuale presidente del Parlamento europeo come premier del centrodestra. Intanto sempre Salvini è al centro delle polemiche per aver giurato sul Vangelo e con il rosario in mano nel comizio di sabato a Milano, fatto questo che ha fatto storcere la bocca ai Paolini di Famiglia Cristiana e ad altre realtà cattoliche.

LEGGI SU LO SPECIALE LA PRECEDENTE INTERVISTA A GIAN MARCO CENTINAIO

Senatore, le parole pro-Tajani di Salvini sarebbero un’ulteriore prova dell’anti-europeismo ormai smacchiato del Carroccio secondo alcuni. Vi state preparando all’ipotesi di Tajani premier o cos’altro?

“Niente di tutto questo, i patti sono chiari. Salvini e Berlusconi hanno stabilito insieme che chi prenderà un voto in più fra Lega e Forza Italia esprimerà il premier della coalizione. Questi sono gli accordi presi che noi rispetteremo fino in fondo consapevoli di vincere la sfida interna al centrodestra. Poi Salvini ha detto un’altra cosa, ossia che non gli piace l’Europa di Juncker e che non è la stessa Europa che ha in mente Tajani. Non ci trovo nulla di scandaloso”.

Mettiamo il caso che la Lega prenda più voti di Forza Italia e Salvini diventi premier. Non è che a  quel punto Tajani tornerebbe utile come garante di un governo a trazione leghista visto come il fumo negli occhi a Bruxelles?

“Noi questa Europa vogliamo cambiarla e faremo di tutto per raggiungere il nostro scopo rifiutando di sottostare a tutte quelle regole che vanno contro gli interessi dell’Italia. La posizione di Salvini è chiara, con o senza Tajani”. 

Sta dicendo che continuerete a battere i pugni sul tavolo indipendentemente da Berlusconi?

“Batteremo i pugni sul tavolo perché non c’è altro modo per ottenere ascolto in Europa. Come gli ultimi governi di centro-sinistra hanno dimostrato presentarsi timidi in Europa non è servito a nulla come sul caso della direttiva Bolkestein per esempio. Noi dobbiamo far capire che non siamo più disposti ad essere l’ultimo paese della Ue”. 

Salvini sabato ha giurato sul Vangelo e con il rosario in mano. Famiglia Cristiana ha scritto che un vero cattolico non fa queste cose e anche l’arcivescovo Delpini è stato piuttosto critico. Come risponde?

“Rispondo che tanti cattolici ci stanno scrivendo dicendoci di aver apprezzato il gesto di Salvini e lo hanno fatto anche tanti sacerdoti. Un prete di Pavia ha scritto a me personalmente complimentandosi del fatto che Salvini con quel gesto ha riportato al centro del dibattito politico i nostri comuni valori. Poi scusi, sbaglio o negli Usa si giura sulla Bibbia?”.

Però voi avete candidato Giulia Bongiorno paladina dei diritti civili, vicina al mondo Lgbt e con una visione fortemente laicista della politica. Non è una contraddizione?

“E’ vero, abbiamo candidato l’avvocato Bongiorno, ma è soltanto uno dei tanti candidati della Lega. Nelle nostre liste ci sono personalità che provengono dal Family Day, poi ci sono io, c’è Massimiliano Fedriga, ci sono Giancarlo Giorgetti e Alessandro Pagano tutte persone che in questi anni in Parlamento hanno portato avanti tante battaglie in favore del mondo cattolico”.

Come risponde alla mamma che ha scritto a Salvini dicendogli che i figli adottivi di origine africana hanno il terrore che lui possa vincere?

“Mi piacerebbe far incontrare questi bambini con Salvini perché non vorrei che le loro paure fossero ingenerate dalle convinzioni politiche e dai racconti degli adulti. Ci sono tanti leghisti che hanno adottato bimbi provenienti da paesi extra Ue e posso assicurarle che non hanno alcuna paura di Matteo. Perché Salvini è un padre affettuoso che sa essere buono, generoso e scherzoso con tutti i bambini, indipendentemente dal colore della pelle”

Condividi!

Tagged