Le rivelazioni di Toti su “casa Berlusconi-Pascale”

Politica

Home, sweet home. Metti Toti, Berlusconi e una cena a casa che diventa gossip. “Se sono stato a cena a casa di Francesca Pascale con mia moglie e Berlusconi? No, eravamo ad Arcore, erano mesi che non ci vedevamo. La sera però il Cavaliere e la sua compagna dormono nella nuova casa di lei, a Rogoredo, mentre Arcore è la casa-ufficio per il giorno”. A parlare è stato Giovanni Toti, governatore della Liguria, a ‘Un Giorno da Pecora’.

Scherzi a parte, quella cena qualche frutto di pacificazione lo ha portato a casa Forza Italia. E’ diventao chiaro che Di Maio non possa fare il Presidente del Consiglio avendo preso meno voti della coalizione di centrodestra come ha affermato il governatore della Liguria alla trasmissione di Radio1. “Se un governo dovrà nascere, il centrodestra vi parteciperà unito e dovrà esprimere il nome del premier – ha detto l’esponente di Forza Italia – Qualsiasi retroscena che preveda Forza Italia in una coalizione di centrodestra che partecipi con minore dignità rispetto agli altri partiti sarebbe assurdo”.

Toti però non ha chiuso proprio a tutto l’M5s: “Credo che si debba partire dal programma di centrodestra, emendato e ridotto in modo tale che i grillini possano dire la loro. I punti di partenza sono indubbiamente politiche fiscali, economiche, di sicurezza e di immigrazione”. Insomma sempre da lì bisogna guardare per fare il governo, o non se ne esce. Per Toti “non esistono due forni, esiste una coalizione che ha vinto, un partito che è arrivato secondo. Se il dialogo tra questi è impossibile per un egoismo a 5 Stelle che crede e pretende di avere un proprio candidato a Palazzo Chigi, quando gli italiani hanno indicato tutt’altro, e pretende e prevede di partire solamente dal suo programma politico e non da quello che gli italiani hanno più votato, quello di centrodestra, credo che il dialogo sarà molto difficile”.

Quanto alla presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati, Toti ribadisce che “è una donna, la seconda carica dello Stato, di grande esperienza, di grande saggezza e moderazione. Mi auguro che possa servire almeno a sgomberare il campo dalle ipotesi impraticabili” in vista di un governo istituzionale guidato da lei magari.

Condividi!

Tagged