Mattarella, PARLA GOTTI TEDESCHI: “Savona mai avrebbe agito per uscire dall’Euro”

Politica

Salvini e Di Maio sono andati allo scontro istituzionale? Col nome di Paolo Savona all’Economia era forse prevedibile questo finale, si legge in qualche analisi. Ettore Gotti Tedeschi, ex presidente dello Ior e noto economista, è sicuro però che Savona “mai avrebbe agito per uscire dall’Euro”, e quindi il giallo c’è eccome. Ma se nessuna minaccia al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella è stata fatta, cosa ha fatto decidere il capo dello Stato ad affossare definitivamente il governo giallo-verde? Lo Speciale ne parla insieme a lui.

C’è chi dice che forse Salvini e Di Maio se la sono cercata insistendo sul nome di Paolo Savona. Volevano sottolineare i vincoli che pesano sull’Italia o cosa?

“Non credo affatto, Savona mai avrebbe agito per uscire dall’Euro, avrebbe semmai, come dichiarato, cercato di fare un’Europa più equa. Savona è troppo bravo, esperto e serio per sembrare una minaccia”.

Fratelli d’Italia ha chiesto lo stato d’accusa del presidente della Repubblica, Di Maio ha confermato, Salvini ci penserà. Siamo allo scontro più duro e grave della storia politica di questo Paese. Appigli costituzionali a parte, la decisione di Mattarella che conseguenze rischia di portare?

“Dopo il governo Napolitano del 2011 il messaggio è stato chiaro: le elezioni servono solo a misurare la maturità del popolo, se dimostra immaturità, il popolo va “aiutato” a non fare errori…”

A questo punto alcuni partiti dovrebbero essere posti fuori legge perché incostituzionali. E’ la sintesi di uno dei tanti commenti social più virali. E’ d’accordo? Mattarella ha sbagliato valutazione politica?

“E’ materia complessa, da costituzionalista. Non saprei rispondere. A buon senso direi che il Presidente Mattarella riflette la valutazione politica di chi vuole fare l’Europa del manifesto di Ventotene”.

La salute della democrazia come va?
“Non ricordo cosa disse il segretario dell’OMS molti anni fa riferendosi ai malati terminali, se vanno curati o no…Mah”.

Ministri degli Stati esteri ci dicono chi possiamo mettere o no in un’eventuale squadra di governo – commenta il popolo social – e questo significa che siamo a sovranità limitata. Ma non lo scopriamo oggi, sono stati abili Di Maio e Salvini a mostrare questo aspetto così con forza?

“Mi domando se sia possibile che non lo abbiamo capito a fine 2011. Chi lo ha scoperto per primo è stato Berlusconi, mi pare,no?”

Il presidente della Repubblica ha chiamato l’ex commissario alla spending review Cottarelli. Sarà “governo del Presidente”, aiutato da Renzi, da Berlusconi o da chi? Facciamo delle ipotesi.

“Dell’FMI?”.

Dagospia lancia la bomba, niente niente con l’alibi del Colle Salvini torna nel centrodestra e diventa il leader assoluto alle prossime elezioni? O sceglierà di coalizzarsi con il M5s? Questo aspetto intriga molto gli analisti.

“Dipende , se D’Agostino è riuscito a fare una seduta spiritica con il presidente Cossiga ricevendo da lui questo ‘intuito’…”

Condividi!

Tagged