Il Pd col governo Cottarelli: “Astensione costruttiva, Italia rischia le penne”

Politica

Il Partito democratico alla Camera si orienterà verso una “astensione costruttiva” nei confronti del governo guidato da Carlo Cottarelli, quando questi si recherà a Montecitorio per chiedere la fiducia anche perché al momento, con lo spread superiore a 300 siamo nel pieno di una “tempesta finanziaria”.

E Calenda non è tenero con Matteo Salvini: “Io non so se per incapacità o calcolo. Ma state mettendo a rischio imprese e cittadini. Consiglio che tu la faccia finita ora con questi toni da bullo. Il Paese sta rischiando le penne”.

Dunque il messaggio è che se Lega e M5S non vogliono che si compia un disastro finanziario “che hanno innescato” secondo l’ex ministro allo sviluppo economico, l’unico modo è votare la fiducia al Governo Cottarelli con accordo sulla data delle elezioni e abbassare i toni.

Perché se continua così alle elezioni non ci arriviamo tutti interi” chiosa Calenda che oggi ha chiesto al suo partito di incominciare a far nascere comitati civici che possano sostenere un Fronte Repubblicano contro lo sfascio alle prossime elezioni. Vuole organizzare incontri per spiegare cosa vuol dire per l’Italia uscire dall’Europa e spiegare le nostre istituzioni al volere di Lega e M5S.

Intanto, a quanto si apprende ora, nel corso della riunione del gruppo Maurizio Martina il capogruppo Graziano Delrio hanno chiesto ai deputati di tenere una posizione costruttiva, seppure senza votare la fiducia, “nel rispetto della neutralità” del Colle. 

Condividi!

Tagged