Nuovi migranti, 2 morti nella nave ‘Diciotti’ della Guardia Costiera

Politica

Condividi!

Oltre Aquarius, l’emergenza migranti sposta i riflettori su due migranti, di nazionalità eritrea, morti. Continuano gli sbarchi e continuano le brutte notizie.

Li ha portati la nave ‘Diciotto’ della Guardia Costiera che a Catania ha trasportato più di 900 migranti.

Cosa può essere successo?

La Procura distrettuale di Catania ha aperto un’inchiesta e saranno gli agenti della Squadra Mobile della Questura a raccogliere informazioni nelle prossime ore per individuare eventuali ‘scafisti’ dei viaggi della speranza.

Sul Molo di Mezzogiorno, si legge nelle agenzie, sono iniziate le operazioni di accoglienza: in attesa di toccare terra, i migranti salvati in sette diverse operazioni di soccorso nel mare Mediterraneo, guardano con curiosità il molo di Catania i soccorritori, giornalisti, cameraman e fotografi.

Sono quasi tutti di nazionalità Eritrea, molte famiglie con bambini. Almeno 200 i minori non accompagnati.

Le due salme sono state trasferite all’obitorio dell’ospedale Cannizzaro di Catania le salme, una di una donna e una di un uomo, entrambi giovani, arrivate a bordo della nave Dattilo della Guardia Costiera. Dai primi rilievi sembra esclusa la morte violenta. Intanto al grido di “Rispettare il diritto del mare…” una decina di manifestanti al Porto di Catania protestano pacificamente a sostegno delle Ong.

Il messaggio è che il braccio di ferro non si fa sulla povera gente.

Tagged

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.