Macron in Vaticano tra le polemiche. E a Parigi lacrimogeni su migranti occupanti

Politica

Il presidente francese Macron è arrivato in Vaticano con tre auto che hanno attraversato piazza San Pietro alle 10.22. Ma l’udienza di Papa Francesco al Presidente della Repubblica francese Emmanuel Macron, ha riscontrato polemiche come scelta sia in ambito cattolico che altrove.

Per i cattolici “tradizionalisti” è forte il sospetto che il Presidente della Francia cerchi appoggi per promuovere una sorta di “rivolta cattolica” contro il governo italiano, reo di una chiusura dei propri porti e della fine alla migrazione selvaggia.

Sicuramente siamo di fronte a una mossa insolita, soprattutto per un Presidente francese che fa della laicità il suo vessillo e dell’aborto (aiutare chi non vuole abortire è diventato “reato di intralcio all’aborto”) una bandiera. Per questo la sua visita in Vaticano durante lo scontro tra Roma e Parigi è percepita dai sostenitori di Salvini come uno schiaffo all’Italia da parte di Bergoglio che si schiera apertamente con la Francia che cerca sponde qui.

L’asse globalista per distruggere l’Europa e la cristianità punta tutto su Francesco? Si domanda qualcuno in rete. Il messaggio di accoglienza di Papa Francesco fino a dove arriverà? Si chiedono altri. Il complotto è servito.

E c’è chi si indigna sottolineando come Macron preferisca le omelie all’Italia sull’accoglienza, mentre a Parigi proprio oggi ha dato il via a un’operazione della polizia per evacuare una sessantina di migranti con tanto di gas lacrimogeni per sciogliere la catena umana formata da qualche centinaio di persone a protezione dei migranti privi di documenti per impedire la loro evacuazione.

Non resterà che attenere che la visita finisca per capire di cosa si tratta, dopo le 14.30 quando Macron sarà nella basilica di San Giovanni in Laterano per la consegna del titolo di protocanonico d’onore del capitolo lateranense.

Condividi!

Tagged