Bufala della #scopa impazza sul web: c’è voglia di “distrazione di massa”?

Politica

L’emergenza da coronavirus sembra non aver scoraggiato i propalatori di bufale sul web, quelli che si divertono a lanciare le teorie più strampalate, a volte assurde, trovando come sempre un gran numero di persone pronte ad abboccare.

E così ecco che nelle ultime ore ha iniziato a circolare in rete una sfida davvero curiosa. Su TikTok i propalatori di fake hanno fatto circolare l’idea che, in virtù di una forza gravitazionale particolare generata dalla rotazione terrestre e da una congiuntura eccezionale fra pianeti, è possibile che in un giorno specifico, ripetibile soltanto in un certo numero di anni, le scope possano stare in piedi da sole. Il giorno identificato era il 10 di febbraio scorso, anche se il caso è venuto fuori soprattutto nelle ultime ore, forse proprio per stemperare un po’ la tensione mondiale provocata dal coronavirus.

E sui social è partita la corsa a fotografare le scope che riescono a stare in equilibrio da sole, per dimostrare che non si tratta di una bufala. Peccato però che come sempre avviene in certi casi sono la scienza o la logica a smontare le false credenze.

Infatti una scopa può reggersi in equilibrio da sola in ogni giorno dell’anno, non uno in particolare. Parola della Nasa, cui era stata attribuita la paternità della scoperta.

I tecnici della Nasa chiamati in causa hanno pubblicato una serie di post e di tweet nei quali spiegano: “Stiamo facendo una pulizia completa della bufala riguardante la #BroomstickChallenge. Prova a farla oggi, domani o anche il giorno successivo: funzionerà ogni volta. È solo una questione di fisica”. Sono scesi in campo anche  l’astronauta Alvin Drew e la scienziata Sarah Noble dimostrando come la fisica di base consenta alle scope di rimanere perfettamente in piedi ogni giorno. Niente di eccezionale dunque, una normalissima legge fisica.

O meglio, sarebbe tutta questione di setole. Basta posizionarle in una certa maniera e la scopa si reggerà perfettamente, in barba a qualsiasi movimento terrestre o congiuntura planetaria.

Addirittura c’è chi si è spinto oltre arrivando a sostenere che si tratterebbe di un evento talmente straordinario da potersi verificare una volta ogni 3500 anni.

Per un’intera giornata l’hastag #scopa ha fatto il giro del mondo impazzando sui social. Fra chi ha voluto provare e chi invece si è divertito a ridicolizzare quanti hanno creduto alla bufala, si è avuta un’ottima arma di “distrazione di massa”. E in un momento in cui dalla mattina alla sera non si parla che di contagiati da coronavirus, una fake news come questa, alla fine sostanzialmente innocua e in parte divertente, può essere davvero benvenuta. 

 

Condividi!

Tagged