Delegati Fopen, Flaei prima col 48%. Testa: “Premiato il nostro impegno”

1 minuto di lettura

Col 48% dei consensi, uno su due votanti, la FLAEI-CISL ha conquistato il primo posto nell’assemblea dei delegati del Fopen, il fondo di previdenza complementare dei Lavoratori del Settore elettrico, distanziando la seconda organizzazione più rappresentativa, di oltre 16 punti percentuali.

“Un risultato straordinario – ha commentato il segretario generale Amedeo Testa (nella foto)- merito dello sforzo e della dedizione di centinaia di Delegate e Delegati che si sono impegnati in un’intensa e faticosa campagna elettorale e che premia un lavoro sul campo che la FLAEI mette quotidianamente ad ogni livello con tutti i propri responsabili”.

“Una vittoria che ci inorgoglisce – ha continuato Amedeo Testa – ma che ci rende ancora più consapevoli del nostro ruolo, ancora più responsabili e coscienti del momento storico che sta attraversando l’Italia, con le sue emergenze belliche, energetiche, economiche, con l’inflazione ormai a livelli vertiginosi. Da oggi vogliamo giocare un ruolo più alto e più importante rispetto al passato, sempre in un’ottica unitaria”.

“Ma ci sono due cose all’interno del Settore elettrico – avverte il Segretario Generale – che mi preoccupano: un dimensionamento degli organici non accettabile per chi opera in un servizio pubblico di fondamentale importanza e altamente strategico per la sicurezza del paese. E poi, la partecipazione dei Lavoratori. L’abbiamo solennemente scritta sul contratto, ma l’impressione che abbiamo è che si vogliano fare solo operazioni estetiche o poco più. Chi lavora nel Settore elettrico deve partecipare alla ricchezza prodotta. Chi cerca alchimie per risparmiare e fare tagli, troverà nel Sindacato e certamente nella FLAEI un baluardo”.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Amazon apre le vetrine “Made in Italy” in Olanda, Polonia e Svezia

Articolo successivo

Schillaci “Aumenteremo lo stipendio dei medici di Pronto Soccorso”

0  0,00