Basilicata. Lega boom, ma Berlusconi e Zingaretti hanno un piano

Adesso diranno che il Pd ha recuperato, che lo schema è di nuovo centro-destra e centro-sinistra (bipolarismo mattarelliano), ma la realtà è profondamente diversa. Anche in Basilicata è arrivato il vento del cambiamento. Che spira oggettivamente da quando c’è il governo gialloverde. Innanzitutto un dato: in questa regione il centro-destra non governava da 24 anni. […]

Continua a leggere

Parziali Sardegna. Lega e PSd’A. Nasce il governo gialloverde isolano?

Sardegna. Ovviamente si tratta di incrociare le sole tre sezioni che, al momento, hanno trasmesso i voti reali, con gli exit-poll di ieri sera. Ma qualche riflessione si può azzardare. Christian Solinas, candidato governatore per il centro-destra, si attesterebbe al 47%, Massimo Zedda (centro-sinistra), in seconda posizione (34%), e terzo Francesco Desogus (5Stelle), appena al […]

Continua a leggere

Nuovo centro-destra. Per la Meloni, Berlusconi alleato solo locale

E’ quasi imbarazzante assistere al tentativo vano di cambiare la realtà da parte degli azzurri, la ridotta della Valtellina berlusconiana. Anche dopo la vittoria di Marsilio neo-governatore dell’Abruzzo, lo staff e i parlamentari di Silvio, continuano in una nenia, quasi grottesca: il centro-destra vince, Salvini torna all’ovile, senza Fi non si governa, Fi è centrale […]

Continua a leggere

Abruzzo. Nessun vecchio centro-destra. Ecco cosa farà Salvini

Effetto-Abruzzo. I disperati dell’opposizione mediatica e politica ora si aggrapperanno al centro-destra “vecchia maniera” per mettere in difficoltà il governo Conte. Non hanno altro. Quelli del Pd, poi, non si sono accorti che il partito è morto, nessuno li ha avvertiti, forse dovevano candidare Mahmood. Il ceto politico, ancora vicino a Berlusconi, spera di recuperare […]

Continua a leggere

Berlusconi, Salvini e il centro-destra che fu. Ecco chi si suicida veramente

Nell’intervista concessa al Corriere della sera (a firma Francesco Verderami), c’è tutto il Silvio Berlusconi di oggi: nostalgico, inacidito e superato. Quello tra Salvini e il Cavaliere, ormai, è un matrimonio concluso, arrivato alla fine, che ha bisogno solo di essere certificato dal notaio, anzi dal giudice. Hanno ancora bisogno l’uno dell’altro, ma unicamente per […]

Continua a leggere