Il duro attacco di Di Maio a Salvini: “Sceglie ancora una volta Berlusconi”

Politica

A causa del cinismo politico manifestato “c’è il rischio di un governo tecnico e vedremo chi lo voterà, lo dicano chiaramente. La seconda conseguenza è che ci saranno le elezioni in cui sono sicuro che gli italiani ancora una volta ci sorprenderanno”, parole (chiare) del capo politico di M5s Luigi Di Maio su facebook che sferra un duro attacco diretto (non direttamente) alla Lega di Salvini. 

“È chiaro ed evidente che il problema non era l’impuntatura sul presidente del Consiglio dei ministri, è chiaro ed evidente che il fatto che Di Maio volesse fare il premier era una scusa, anche perché la Lega sapeva da settimane che avremmo potuto decidere insieme un presidente del Consiglio dei ministri per far partire un governo politico con M5S e Lega”, ha poi chiarito (per chi non lo avesse capito) Di Maio parlando con i giornalisti alla Camera.

Salvini sta chiedendo un mandato evidentemente per sostenere il proprio governo sui cambi di casacca, sui voltagabbana, gente che abbiamo già visto nell’ultima legislatura e che di certo non ha aiutato le istituzioni” e ” questo comportamento in cui si sceglie ancora una volta Berlusconi al governo del cambiamento, questo comportamento per cui si sceglie la restaurazione alla rivoluzione” porta alla conseguebza sopra citate. A questo punto c’è chi “si è riempito la bocca con una serie di frasi, con la retorica, poi quando era il momento, noi abbiamo dato la disponibilità a dialogare e gli altri hanno dato la disponibilità a dialogare con tutti, anche con i voltagabbana. Solo con noi non erano disponibili”.

Dopo tutto questo balletto di questi due mesi, è chiaro a tutti che le due forze politiche che si fronteggiano sono M5s e Lega, e quindi il ritorno alle urne “sarà un ballottaggio – secondo Di Maio – non c’è bisogno di istituirlo. Anche perchè è inutile illudersi che si possa fare una nuova legge elettorale, questi non si mettono d’accordo su nulla tanto meno sul premio alla lista o alla coalizione” Comunque per il leader grillino c’è già una maggioranza parlamentare che almeno sulle elezioni è d’accordo”.

Quanto alle ricostruzioni apparse sulle agenzie di stampa, il Quirinale ieri ha fatto presente che non risponde a verità “la circostanza che il Presidente Mattarella abbia invitato la Lega Nord e il Movimento 5 Stelle a incontrarsi, ne che abbia rivolto inviti di questo genere ad altri partiti”.

 

Condividi!

Tagged