Isoardi dà dell’opportunista a Salvini? Sui diritti civili qualcosa non torna

Politica

Condividi!

“Al di là delle ideologie e degli opportunismi elettorali, credo che sia necessario però iniziare al più presto anche a parlare di diritti civili. Intendo che uno Stato democratico ha il dovere di tutelare tutti i suoi cittadini”. A parlare è Elisa Isoardi, la compagna di Matteo Salvini, con cui da poco ha scelto di convivere.

Nell’intervista, concessa a Oggi, Elisa non si rende conto, oppure si dirà che è stata riportata male la sua dichiarazione, che rischia di dare dell’opportunista al suo Matteo, riconducendolo come fa alla “vera politica” svincolata dal consenso elettorale, ossia a dover affrontare il tema dei diritti civili per tutti.

Sembra quasi dirgli, questo è quanto stanno pensando molti diffidenti, che ora basta seguire l’ala cattolica nella Lega perché è tempo di tornare fedeli a se stessi. Ma Salvini non era cattolico? Non sventolava rosari e Bibbie? Era davvero solo opportunismo politico? 

Certo la frase appare infelice ed è facile immaginare che abbia creato non pochi problemi al leader verde. E la dichiarazione contrasta anche con l’immagine di donna cattolica che su Instagram ultimamente aveva scelto di non nascondere, pubblicando l’antica e bella preghiera a ‘Maria che scioglie i nodi’.

Che ci siano ormai cattolici aperti ai diritti civili di ogni tipo non è una novità, ma siedono quasi tutti nell’altra ala del Parlamento. Elisa dovrebbe sapere che Salvini invece sta rappresentando l’ala intransigente tradizionalista (anche se il termine non è esatto ma rende l’idea): lo ha fatto incontrando il cardinale Raymond Leo Burke (ritenuta una delle voci più critiche sul papato di Papa Francesco), o scegliendo di inserire nel partito il rappresentante del Family Day Simone Pillon oltre ad altri professionisti cattolici, e non ultimo decidendo per un Ministro della Famiglia di chiara estrazione (ma senza portafoglio).

Dunque era tutta una strategia? E lo si svela così ingenuamente? Mario Adinolfi, leader del Pdf, ha sempre accusato la Lega di fare un’operazione puramente “commerciale” volendo occupare tutti i target portatori di voti.

E ora, dopo questa dichiarazione, l’attacco è servito su un piatto d’argento.

 

Tagged