Elezioni e referendum, parla Becchi: “Il centrodestra ha sbagliato tutto”

Alla fine le elezioni regionali si sono concluse all’insegna del classico “pari e patta”. Il centrodestra esulta per aver conquistato le Marche storica “regione rossa”; il Pd a sua volta gioisce per aver difeso la Puglia e la Toscana considerate regioni in bilico e aver quindi contenuto l’avanzata del centrodestra mettendo in sicurezza il governo […]

Continua a leggere

Referendum. La vittoria del Sì? L’invidia sociale e la ghigliottina contro ragione e parlamento

Naturalmente Di Maio, come ha fatto, si intesterĂ  la vittoria (69 a 30) del referendum sul taglio dei parlamentari. Celando, sottovalutando, soprassedendo sui numeri deprimenti dei suoi candidati alle regionali e sui risultati insufficienti dell’alleanza giallorossa, dove tentata (Liguria), a discapito anche dell’immagine di Conte. E c’è da capirlo, visto che il Movimento ha tradito […]

Continua a leggere

Il voto. Ecco cosa si giocano Conte, Salvini, Meloni, Di Maio, Zingaretti e Renzi

Sono tante le partite in ballo. Il referendum e le regionali inevitabilmente si incrociano. Ed è inevitabile che se ci dovesse essere un risultato opposto ai desiderata della maggioranza giallorossa, gli effetti non tarderanno a mancare. Vediamo il campo di gioco dei diretti interessati. Cos’hanno da perdere e da vincere. CONTE. Da qualche tempo, in […]

Continua a leggere

Taglio dei parlamentari: le ragioni del Sì e del No al referendum

Domenica e lunedì  gli italiani saranno chiamati a pronunciarsi sul referendum confermativo riguardante la riduzione del numero dei parlamentari giĂ  approvata dalle Camere. Agli elettori sarĂ  chiesto di votare a favore o contro la modifica degli articoli 56, 57 e 59 della Costituzione così come ratificata dal Parlamento. Se vincerĂ  il Sì la Camera sarò […]

Continua a leggere

Voto. Le spine nel fianco di Conte: Salvini nelle Regioni e il no al referendum

Alla vigilia degli appuntamenti elettorali regionali, tutti i partiti si divertono a imbastire la solita pantomima, nel nome della scaramanzia: “Non ci saranno ripercussioni a livello nazionale”. E questo sia se al governo c’è il centro-destra e nei territori vince il centro-sinistra, sia se come ora, al governo c’è il centro-sinistra e magari in Toscana, […]

Continua a leggere

Referendum. Le vere ragioni del no: la contestazione al Regime-Covid

Avevamo scritto un concetto abbastanza chiaro. Quando l’antipolitica e la politica votano sì al referendum sul taglio dei parlamentari, siamo dentro una dittatura. E avevamo motivato questa osservazione partendo da due punti: l’ala sinistra sostiene il sì per ragioni meramente politiche. I grillini, avendo tradito tutte le battaglie identitarie, hanno nel sacco solo questa, per […]

Continua a leggere

Conte, Lamorgese e il Fatto. Lati opposti dello stesso tracciamento e distanziamento

Tracciamento e distanziamento. Sono le due parole-chiave del momento. Sono i mantra del sistema politico, istituzionale, sanitario e mediatico che vengono usati per nascondere, celare altri significati. Ben piĂą drammatici. Se qualcuno riesce a capire. Il tracciamento, in realtĂ , è il monitoraggio ideologico, orchestrato dal Palazzo per controllare i cittadini. Formalmente, per evitare il diffondersi […]

Continua a leggere

Referendum, nel centrodestra crescono i malumori. Tutti i NO da Borghi a Crosetto

“Sono convinto che la vittoria del No farebbe cadere questo governo e rappresenterebbe la fine di una stagione, iniziata nel ’92, di delegittimazione della politica a favore della tecnocrazia”. Parole e musica di Claudio Borghi, parlamentare della Lega e presidente della Commissione Bilancio di Montecitorio che in un’intervista a Huffpost spiega perchĂ© voterĂ  No al referendum […]

Continua a leggere