Salvini riconduce Di Maio sulla strada del voto e va nelle piazze

Politica

Dal mercato di Pisa rivolgo un appello al Presidente della Repubblica. “Presidente dia agli italiani la data delle elezioni e gli italiani in cabina elettorale faranno giustizia di tutto quello che è successo in queste settimane” è il grido di Matteo Salvini.

“Abbiamo dimostrato di voler fare qualcosa di positivo per l’Italia. Ci hanno detto no, no, no. Ora dobbiamo solo governare per conto nostro: prendere una marea di voti alle prossime elezioni” dice il leader leghista, che al collega di governo (mai partito) suggerisce la linea. ” Sono stato per settimane a Roma cercando di costruire un governo, è stato uno sforzo inutile torno in mezzo agli italiani e quello che non ci hanno fatto fare settimana scorsa lo faremo a furor di popolo tra due-tre mesi” è l’indirizzo verde ai gialli.

La data migliore? Salvini è chiaro che spera che si torni al voto il prima possibile, ma non a fine luglio perché “ci sono le sacrosante ferie degli italiani e i lavoratori stagionali”. E sulle prospettive futuro ha un unico no: “L’unica ipotesi a cui dico no è quella di un governo con il Pd e con Renzi, manco morto. Danni Renzi e la Boschi ne hanno già fatti tanti”.

La mossa di Mattarella, di non assegnare le chiavi del governo ai due leader che avrebbero avuto la maggioranza in parlamento, intanto un effetto l’ha prodotto. La Lega “domenica sarà in tutte le piazze italiane per chiedere l’elezione diretta del presidente della Repubblica, tanto fa quello che vuole lo stesso e allora tanto vale che lo eleggano i cittadini” ha detto Matteo.

Mattarella avvertito, Mattarella salvato?

Condividi!

Tagged