Le difficili settimane dell’Italia a Bruxelles: posta in gioco e vie d’uscita

Si annuncia calda la settimana che avrà inizio lunedì. Il rischio di una procedura d’infrazione contro l’Italia per debito eccessivo si è fatto concreto, dopo che la Commissione europea l’ha raccomandata agli Stati che compongono il Consiglio d’Europa. Naturalmente si tratta soltanto di una proposta, che dovrà ora essere valutata dagli organismi competenti. L’Italia quindi […]

Continua a leggere

Sonori ceffoni ai sovranisti: Tria e Tajani danno il colpo mortale?

E’ crisi nera nel governo, l’Iva aumenta o no? Le famiglie e le imprese possono ancora sperare qualcosa? Per il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni: “Il ministro Tria conferma l’aumento dell’Iva e delle accise: il Governo grilloleghista vuole infliggere il colpo di grazia all’economia italiana, già in ginocchio per colpa di politiche scellerate. Fratelli […]

Continua a leggere

Banche e ricatto Ue, Becchi: “Finalmente la verità. Ora tocca al governo”

1″Al momento dell’introduzione del bail-in in Italia erano tutti contrari. Il ministro di allora era Saccomanni che fu praticamente ricattato dal ministro delle Finanze tedesco con la minaccia che se l’Italia non avesse accettato il nuovo sistema si sarebbe diffusa la notizia che il nostro sistema bancario era prossimo al fallimento». Lo ha detto il […]

Continua a leggere

Banche e ricatto Ue? Parla Borghi: “Abolizione bail-in primo atto dopo Europee”

L’Italia fu costretta ad accettare il bail-in, ovvero la procedura che consente il salvataggio delle banche in crisi rivalendosi su azionisti, obbligazionisti e in ultimo correntisti, perché ricattata dalla Germania. Lo ha rivelato il ministro dell’Economia Giovanni Tria parlando davanti alla Commissione Finanze del Senato. All’allora ministro Saccomanni sarebbe arrivata una sorta di aut aut: «Se […]

Continua a leggere

Il grande giorno di Tria. Verso successo ma con un convitato di pietra

Il dialogo con Bruxelles “diventa sempre più costruttivo”, parola di Giovanni Tria. Eppure non certo perchè l’Europa indietreggi. Anzi. Il ministro dell’Economia, intervenendo in commissione Bilancio alla Camera, dove ieri era in corso l’esame del ddl bilancio ha spiegato “che c’è la disponibilità a esaminare se ci sono margini finanziari, economici e politici per arrivare […]

Continua a leggere

Spread, Tria ci ripensa. Bisogna cambiare, ma non c’è un piano B

Non c’è due senza Tria. Anzi non c’è tre senza Tria. Un giorno, quando magari il governo Conte sarà passato o confermato, gli esperti scriveranno un libro sul ministro dell’Economia. Ormai, nella comunicazione, nelle scelte, nei rapporti istituzionali, rispetto al duo Salvini-Di Maio, viaggia ambiguamente e paciosamente (col suo aspetto da contabile illuminato e timido), […]

Continua a leggere